Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 07/03/2017 16:40:00
Anna Torterolo
LA GRECIA, CHE BELLEZZA! WINCKELMANN E LA RELIGIONE DELL’ANTICO
16 marzo 2017 – giovedì

Trecento anni fa nasceva a Stendal, piccolo borgo della Prussia, J.J. Winckelmann (1717 - 1768), fi glio di un modesto ciabattino. Con un’intelligenza superiore ed una passione senza limiti per la civiltà greca, si diede a studi di archeologia, non limitandosi al puro gusto della catalogazione di oggetti antichi ma giungendo ad una totale identifi cazione con gli Ateniesi dell’età di Pericle, sognando una città di giovani belli e puri, una umanità perfetta e senza tempo. Arrivato a Roma, divenne bibliotecario del potente cardinale Albani e poté scrivere la prima “Storia dell’arte antica”, che presto divenne punto di partenza per il movimento neoclassico che avrebbe coinvolto l’intera Europa. Inseguendo la sua struggente illusione di far coincidere realtà e utopia, fu ucciso a Trieste da un giovane che aveva invitato ad ammirare le sue raccolte di “anticaglie” e la sua morte destò scalpore in un’Europa che si avviava verso un’altra, più sanguinosa utopia, quella rivoluzionaria. La mostra di Chiasso fa parte delle numerose celebrazioni winckelmanniane che si svolgeranno nel 2017 e con quadri, libri ed incisioni aiuta a ricostruire questo incandescente momento della storia del gusto.


Ore 9.00. Partenza in pullman da Via Paleocapa, ang. Via Jacini. Rientro in tarda mattinata.
Quota di partecipazione € 60.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact