Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 15/11/2016 12:23:00
Caterina Voltolini
JEAN MICHEL BASQUIAT, IL MALEDETTO, AL MUDEC
26 novembre 2016 – sabato

Al Mudec apre la più importante retrospettiva mai ospitata a Milano di questo artista, morto per overdose di eroina nel 1988 a soli ventisette anni e subito celebrato tra le leggende della storia dell’arte contemporanea anche dal film, del 1996, di Julian Schnabel, artista e regista. Con uno stile nervoso, feroce ed energico, Basquiat non aveva paura di raccontare le contraddizioni sociali di una megalopoli come New York City, spalancando gli occhi attenti e colti su un universo che presentava una insondabile stratificazione; scoperto dalla sagacia di Andy Warhol, in un incontro casuale, divenne presto il padre degli attuali artisti di graffiti o di “Street Art”, circondato da controverse opinioni di critica e di pubblico, con un suo stile personale, in cui l’artista ha saputo mescolare l’energia urbana dannata di New York con le sue radici africane segnate dalla schiavitù, mai ridotta a folklore, e dalla diaspora; da poeta e musicista quale era, ha trasformato il doloroso problema della questione della razza in uno sguardo rivolto al domani.


Ore 10.30. Ritrovo all’ingresso del Mudec, via Tortona 56.
Quota di partecipazione € 25.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact