Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 14/06/2016 10:34:00
Luca Mozzati
AUTUNNO VALTELLINESE
Da venerdì 14 a sabato 15 ottobre 2016

Grandioso solco vallivo che parte dal giogo dello Stelvio e si adagia nella acque del Lario, la Valtellina offre scenari mutevoli e gratificanti. Il trascorrere dei tempi e degli uomini hanno lasciato tracce di Storia e storie da ripercorrere con curiosità.


Venerdì 14 - Milano/Piona/Gravedona/Tirano/Grosotto/Arnoga
Ore 8,30 partenza in pullman da Milano via Paleocapa, ang. via Jacini, verso Lecco e i colori dell’autunno del bacino lariano. Il percorso di visita inizia dalla suggestiva abbazia di Piona, fondazione cluniacense dell’XI secolo di tipica architettura comacina, affiancata dall’elegante chiostro romanico-gotico con interessanti affreschi. Quasi di fronte, sulla sponda oc-cidentale del lago, sorge S. Maria del Tiglio di Gravedona, una delle più interessanti realizzazioni del romanico lom-bardo con influssi borgognoni, caratterizzata dal campanile centrale in facciata, unicum in Lombardia. Inoltrandosi nella valle raggiungiamo poi Tirano, dove lo spettacolare e imprevisto Santuario della Beata Vergine co-stituisce una impressionante realizzazione di gusto rinascimentale, arricchita all’interno dall’incredibile organo barocco, autentico gioiello di una cittadina che presenta altri notevoli punti di interesse: le mura di Ludovico il Moro, chiese e dimore signorili che testimoniano una lunga storia e l’attenzione dei diversi governi. Pranzo libero. È quindi la volta di Grosotto con il suo tradizionale centro storico, dove nobili palazzi e chiese monumentali si inseri-scono in modo inaspettato nel canonico tessuto della severa architettura di montagna. Nel tardo pomeriggio si raggiunge la Valdidentro e Arnoga dove si sosta presso il tipico hotel Li Arnoga (www.arnoga.eu): arredato con attenzione e passione riutilizzando materiali e accessori provenienti da vecchie abita-zioni della zona, l’albergo riserva ai suoi ospiti una calda accoglienza. Cena in albergo.


Sabato 15 - Bormio/Oga/Grosio/Milano
In mattinata l’itinerario giunge a Bormio, accompagnato dalle storiche centrali elettriche “d’autore” della AEM, dove il piacevole centro storico, in parte sopravvissuto all’aggressione degli impianti sciistici, attira la nostra attenzione con simpatiche chiesette affrescate. A sovrastare la conca è il formidabile forte di Oga, tetragona manifestazione di ar-chitettura militare di montagna, ultimo baluardo della Linea Cadorna al cospetto dei ghiacciai alpini, recentemente allestito con un suggestivo percorso di visita all’intera struttura militare, con pannelli didattici e cimeli della Grande Guerra. Pranzo libero.
Ridiscendendo la valle, tra i celebri vigneti di Grosio, ecco la Rupe Magna, dominata dallo scenografico castello medie-vale, con le oltre 50 rocce costellate di figure incise tra IV e I millennio a. C.
Il resto del pomeriggio è dedicato al rientro a Milano che si raggiunge in serata.


Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 330
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 150)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 25


Modalità di pagamento:
- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Valtellina - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano

La quota comprende:
Viaggio in pullman, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati, trattamento di mezza pensione in albergo bevande incluse, visite e ingressi come da programma, assistenza culturale di Luca Mozzati, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”, mance.

La quota non comprende:
Gli extra in genere, 2 pasti liberi, le bevande e quanto non espressamente citato nel programma.

 

Assistenza Culturale
Luca MOZZATI

Laureato con lode in Lettere Moderne con indirizzo artistico nel 1987, svolgo attività di conferenziere e storico dell’arte. A queste attività “istituzionali” affianco quelle relative alla progettazione e allo sviluppo di itinerari che spaziano dalla visita a un monumento a viaggi di più giorni in ogni angolo del pianeta, preceduti da lunghi soggiorni per comprendere a fondo il paese da visitare. Fotografo professionale e autore di una trentina di libri di storia dell’arte e di guide artistiche,
dal 2002 sono consulente nella progettazione e nello svolgimento di programmi di Corporate Social Responsability per diverse aziende, dove curo programmi teorici e outdoor impostati su tematiche di carattere storico-artistico-archeologico, facendo
dei temi di crescita del management e del team building esperienze di autentico arricchimento intellettuale ed emotivo per i partecipanti e mirando a risultati di non effimera rilevanza sociale.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact