Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 23/05/2016 10:48:00
Daniela Tarabra
TIVOLI E LE SUE TRE VILLE
Da giovedì 20 a sabato 22 ottobre 2016

“… a Tivoli ho ammirato uno degli spettacoli naturali più superbi. La cascata colà con le rovine e con tutto l’insieme del paesaggio sono cose la cui conoscenza ci arricchisce nel più profondo dell’anima.” Goethe, 1786
Il nostro breve itinerario si concentra esclusivamente su Tivoli, piccolo centro della provincia romana, così denso di monumenti artistici e storici di eccezionale valore. Sono ben tre i complessi monumentali di epoche diverse, così unici e singolari da rappresentare ciascuno capolavori assoluti di architettura e paesaggio perfettamente integrati tra loro. La città di Tivoli, collocata sulle pendici occidentali dei monti Tiburtini a est di Roma, lungo l’ansa del fiume Aniene e la sua grande cascata, ha goduto fin dai tempi antichi di condizioni favorevoli: per la bellezza della campagna romana, la mitezza del clima e il controllo strategico della via Tiburtina che corre dalla capitale fino all’Abruzzo. Era questo infatti il tracciato utilizzato dai pastori nella transumanza delle greggi dall’Appennino alle pianure tirreniche, percorso per millenni e solo in età repubblicana chiamato Tiburtina, in quanto diretto a Tibur, oggi Tivoli. Inoltre la ricchezza delle acque termali, allora come oggi, favorì l’impianto di grandi complessi architettonici e la fama di luogo di villeggiatura sin dall’epoca romana di politici influenti e poeti come Sallustio, Catullo, Orazio, Mecenate.
Gli esempi più insigni della continuità di tale frequentazione e celebrità del luogo furono costruiti in epoche diverse nel corso di due millenni: Villa Adriana di epoca romana, Villa d’Este rinascimentale della metà del XVI secolo e Villa Gregoriana romantica degli inizi del XIX secolo.


Giovedì 20 - Milano/Roma/Tivoli

Ritrovo in stazione Centrale, piano binari di fronte alla libreria Feltrinelli, alle ore 8,45.
Viaggio in carrozza standard con treno Alta Velocità FrecciaRossa da Milano a Roma - 9,00/11,55. Da Roma si prosegue in pullman sino a Tivoli dove si sosta per il pranzo in uno storico ristorante, dal 1930 gestito dalla famiglia Cinelli.
Segue la visita di Villa Adriana. L’imperatore Adriano la fece costruire tra il 118 e il 138 d.C., intervenendo personalmente nel disegno e nella progettazione degli edifici. La vasta area comprende complessi termali, sedi amministrative, templi, biblioteche, portici, teatri, diffusi in un insieme di giardini e spazi verdi impreziositi da fontane, giochi d’acqua, vasche e sculture. La particolarità architettonica di tutto l’insieme ben si accorda con la passione dell’imperatore per l’architettura e la volontà di rappresentare nella villa la grandezza dell’impero. Racconta infatti il suo biografo Elio Sparziano che i nomi dei diversi edifici riprendevano quelli dei luoghi più celebri delle provincie: l’intento era quello di evocare con il loro nome quell’idea di universalità che Adriano attribuiva alla sua villa, quasi a rappresentare l’impero.
Al termine trasferimento in pullman all’hotel Torre Sant’Angelo (www.hoteltorresangelo.it) e cena in albergo.


Venerdì 21 - Tivoli
In mattinata visitiamo il Parco Villa Gregoriana, aperto da pochi anni grazie all’imponente lavoro di recupero paesaggistico svolto dal FAI. Il complesso fu voluto da papa Gregorio XVI per sistemare l’antico letto del fiume Aniene stravolto dalle rovinose piene del 1826 e del 1835, trasformando così quel luogo suggestivo ma estremamente pericoloso in un modello di integrazione tra arte e natura. Si passeggia nel folto bosco di alberi secolari, tra vestigia di costruzioni antiche, templi, dirupi vertiginosi, rocce scoscese, sentieri rupestri, grotte naturali, cascatelle e la Grande Cascata con la sua turbinosa massa d’acqua. Villa Gregoriana rappresenta il romantico incontro tra la maestosità del paesaggio e le leggende dei miti antichi, meta di tutti i viaggiatori, poeti, artisti, re e imperatori dei secoli scorsi. Nel pomeriggio visitiamo Villa d’Este, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. La villa rappresenta una delle testimonianze più significative e complete della cultura del Rinascimento, uno dei primi “giardini delle meraviglie”, modello per tutti i successivi sviluppi dei giardini in Europa. Capolavoro di architettura rinascimentale della metà del 1500, voluta dal cardinale Ippolito II d’Este, governatore di Tivoli, figlio di Alfonso I duca di Ferrara e di Lucrezia Borgia. I lavori furono affidati all’architetto Pirro Ligorio che integrò sapientemente i saloni interni con lo splendido giardino all’italiana.
Articolato tra terrazze simmetriche e pendii, il giardino risolve le diverse pendenze del sito naturale, tanto che tutte le fontane sono ancora oggi alimentate senza uso di congegni meccanici, ma sfruttando la pressione naturale e il principio dei vasi comunicanti. La scenografia dei viali alberati e delle siepi è punteggiata dalle celebri fontane, come quella di Nettuno, della Civetta e dell’Organo, detta così per il meccanismo ad acqua che permette ad un organo di suonare.
I pasti della giornata sono liberi.


Sabato 22 - Tivoli/Roma/Milano
Al mattino passeggiata nel centro storico di Tivoli, suggestivo e ben conservato con vestigia romane, romaniche e medievali, numerose nei tracciati urbani ricchi di residenze e palazzetti antichi. Notevole per imponenza e opere d’arte è la Cattedrale di San Lorenzo.
Al termine delle visite ha luogo una pausa per il pranzo libero in seguito alla quale si raggiunge in pullman Roma e la stazione ferroviaria di Termini da dove ha inizio il viaggio in treno di ritorno: posti riservati in carrozza standard con treno Alta Velocità FrecciaRossa da Roma a Milano Centrale - 17,00/19,59.


Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 680
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 250)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 60


Modalità di pagamento:
- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Tivoli - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano


Annotazioni:
L’itinerario di visita all’interno delle ville si svolge a piedi; si consigliano scarpe comode.


La quota comprende:
Viaggio in treno Alta Velocità con posti in carrozza standard, trasferimenti in pullman come da programma, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati, una cena in albergo, un pranzo in ristorante bevande incluse, visite e ingressi come da programma, assistenza culturale di Daniela Tarabra, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”, mance.


La quota non comprende:
Gli extra in genere, 3 pasti liberi, le bevande in albergo, i facchinaggi e quanto non espressamente citato nel programma.



Assistenza Culturale
Daniela TARABRA

Storica dell'arte, collaboro dal 2001 con la casa editrice Electa, sono autrice dei volumi: La National Gallery di Londra (Mondadori, 2002), Il Prado di Madrid (Mondadori, 2003), Il Rijksmuseum di Amsterdam (Mondadori, 2004), Rubens (Electa, 2004), Il Settecento (Electa, 2006), Gli stili nelle arti (Mondadori Arte, 2008), Tardobarocco e Rococò (Electa, 2009).
Tengo conferenze su temi artistici e conduco visite guidate a mostre, musei e luoghi d’arte, in Italia e all’estero, per conto di varie associazioni culturali. Il mio impegno professionale e i miei interessi sono rivolti principalmente a diffondere la conoscenza della storia e dei problemi dell’arte a un pubblico curioso e spesso poco consapevole delle bellezze e dei tesori ovunque diffusi nel nostro paese.


Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact