Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 17/05/2016 10:41:00
Alessandra Novellone
LIBERTY ALL’OMBRA DELLA MADONNINA: UNA PASSEGGIATA TRA I CAPOLAVORI DELLO STILE MODERNISTA NELLA MILANO TRA ‘800 E ‘900
27 maggio 2016 – venerdì

Sulla scia della mostra di Mucha, che ci ha immerso nell’atmosfera e nei grafi smi “ a colpo di frusta” tipici dello stile Art Nouveau (o Liberty, o modernista che dir si voglia), ci concediamo una passeggiata tutta meneghina, alla scoperta dei principali edifi ci che questo stile testimoniano, opera di architetti come Giuseppe Sommaruga, Giulio Ulisse Arata, Gaetano Moretti e molti altri, da via Malpighi, in zona Porta Venezia, a Palazzo Castiglioni, (di cui potremo ammirare in esclusiva l’interno, con lo scalone e la sala dei pavoni) agli esempi intorno a via Serbelloni, fi no a corso Vittorio Emanuele. E vedremo come il Liberty nostrano, giunto in ritardo in Italia rispetto alle nazioni europee più avanzate anche dal punto di vista dello sviluppo economico e tecnologico, di cui lo stile modernista è specchio fedele, evidenzia un percorso non lineare, fatto di progressi e passi indietro, verso uno storicismo di ritorno di sapore eclettico; ma nonostante questi aspetti contraddittori, anche da noi si diffuse quel senso della “progettazione globale”, che vede la partecipazione, accanto all’architetto progettista, di una schiera di decoratori, ebanisti, ceramisti, arredatori, scultori, disegnatori di stoffe, maestri vetrai e in genere artigiani di altissimo livello che del Liberty costituisce l’assunto più innovativo, dando vita a complessi di gusto unitario in cui ogni dettaglio contribuisce a creare la stessa atmosfera di squisita raffi natezza.


Ore 10.30. Ritrovo davanti all’hotel Diana, in viale Piave 42.

Quota di partecipazione € 12.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact