Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 04/05/2016 10:13:00
Anna Torterolo
QUANDO L’ARTE GUARDA AD ORIENTE: L’INFLUENZA DEL GIAPPONE SULLE ARTI EUROPEE
10 maggio 2016 – martedì

A partire dal 1854, quando con la convenzione di Kanagawa il mercato giapponese si aprì all’Occidente, i pittori europei si innamorarono del nuovo universo di immagini che, a poco prezzo diventava loro accessibile.Gli ukijo-e, o visioni del mondo fl uttuante, proponevano uno sguardo sul mondo ben diverso dalla spenta retorica del vieto accademismo occidentale: inquadrature inedite, colori piatti e fortemente evocativi e, soprattutto, soggetti di delicata semplicità. Bonnard, Toulouse Lautrec, van Gogh e tanti altri videro nell’estetica degli haiku, sorprendentemente fragili eppure tanto intensi, un nuovo modello anche per le arti fi gurative. Più tardi, nel ‘900 il Giappone diventa in primo luogo un sogno di essenzialità e di rigore,una via silenziosa alla profondità
dell’Essere.


Ore 17.30. Sala della Passione, Palazzo di Brera, via Brera 28.

Partecipazione gratuita per i soci.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact