Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 26/11/2015 11:52:00
Luisa Strada
Assisi, l'incanto della narrazione
Da lunedì 22 a giovedì 25 febbraio 2016

Troppo spesso siamo passati di qui velocemente, magari durante un viaggio articolato tra i tanti suggestivi borghi d’Umbria. Questa volta vogliamo sostare un po’ di più proprio ad Assisi, dove l’incontro fecondo tra Francesco e Giotto ha prodotto una magia; qui dove il mondo cristiano medievale ha virato dalla lettera alla narrazione, dall’icona alla vita.


Lunedì 22 - Milano/Assisi
Ore 7,00 partenza in pullman da Milano via Paleocapa, ang. via Jacini, viaggiando lungo l’Autosole.
Giunti ad Assisi, dopo una pausa per il pranzo libero, nel pomeriggio iniziamo le nostre visite ricordando che la cittadina non nasce con Francesco e affonda le sue radici nella storia romana. Il primo assaggio è quindi dedicato alle testimonianze di questa storia antica: Foro, Anfiteatro, piazza Maggiore, Tempio di Minerva e la Domus di Propertio, aperta per noi.
Dopo aver calpestato le tracce più antiche, prima di concludere la giornata, ci spostiamo alla Rocca che sovrasta dall’alto la città, per ammirarne l’intero profilo medievale alla luce del tramonto.
Sistemazione presso l’accogliente Monastero S. Andrea e cena in ristorante con menù di cucina regionale.
Dire Assisi è dire Basilica di S. Francesco, per questo motivo abbiamo scelto di soggiornare nella Casa di accoglienza situata proprio di fronte alla Basilica, della quale gode una splendida veduta; la struttura, gestita da suore francescane, è semplice e accogliente, non ci offre certo tutti i comfort di un albergo ma ci dà la possibilità di rimanere, per tutta la durata del nostro soggiorno, vicini fisicamente e spiritualmente al cuore di Assisi.
Per chi lo desiderasse, sarà possibile cenare all’interno della struttura, quando previste cene libere.


Martedì 23 - Assisi

La mattina ci vede impegnati in una passeggiata tra i vicoli di pietra per andare a visitare le belle chiese medievali preesistenti a Francesco: San Rufino, San Pietro, Santo Stefano e San Giacomo al Muro Rupto; prevediamo anche una tappa in una splendida dimora barocca che ospita la Pinacoteca comunale, qui il nostro primo incontro con Giotto.
Nel pomeriggio iniziamo a ripercorrere le tracce della vita di Francesco recandoci in pullman a San Damiano e di ritorno varchiamo finalmente la porta della Basilica Superiore di San Francesco, dove a raccontarci la vita del poverello è la nuova parlata del grande maestro toscano.
Pasti liberi.


Mercoledì 24 - Assisi
Trascorriamo l’intera mattina in San Francesco, un tempo disteso occorre infatti per visitare la Basilica Inferiore; la prima ad essere costruita, custode delle più antiche testimonianze pittoriche del tardo Duecento -tra cui la Maestà di Cimabue- e tempio della pittura del Trecento. Giotto, Puccio Capanna, Simone Martini e Pietro Lorenzetti, sono i nomi più noti degli artisti attivi sui ponteggi di questo straordinario cantiere.
Nel pomeriggio un breve trasferimento porta a visitare l’Eremo delle Carceri, per poi ridiscendere in città e recarsi a Santa Chiara; qui nella basilica, femminilmente ornata da fasce rosa e bianche di pietra del Subasio, si conserva il volto bizantino del Cristo che parlò a Francesco.
Pasti liberi.


Giovedì 25 - Assisi/Milano

Lasciamo la città per andare a visitare i primi edifici in cui abitò e operò Francesco insieme ai suoi frati: il tugurio al Rivotorto e di seguito la Porziuncola, scrigno prezioso di vita e di arte, gelosamente inglobato nel monumentale edificio di Santa Maria degli Angeli, progettato da Galeazzo Alessi.
Pranzo in ristorante e pomeriggio dedicato al viaggio di rientro a Milano, che si raggiunge in serata.


Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 670
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 250)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 45


Modalità di pagamento:
- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Assisi - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano


La quota comprende:
Viaggio in pullman, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati, trattamento di pernottamento e prima colazione, due pasti in ristorante bevande incluse, visite e ingressi come da programma, assistenza culturale di Luisa Strada, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”.


La quota non comprende:

Gli extra in genere, 5 pasti liberi, le mance e quanto non espressamente citato nel programma.

 


Assistenza Culturale

Luisa STRADA

Mi sono laureata con lode nel 1991 in Arte Lombarda con tesi sul Bramante alla Facoltà di Pavia. Tra matrimonio e maternità, ho incominciato la mia attività di assistente culturale e di educatrice museale, nel 1993 con gli Amici di Brera e, due anni dopo, con il Museo Poldi Pezzoli: posso dire che passione e professionalità per l’arte sono cresciute dentro queste due associazioni. Dal 1998, in collaborazione con la Soprintendenza, partecipo al corso di ag-giornamento per gli insegnanti della scuola secondaria di primo grado, organizzato dagli Amici di Brera. Dal 2009 sono docente del Corso di Storia dell’Arte presso la Dragan Golden Age, libera università di via Larga a Milano.
Il mio interesse principale si rivolge certamente all’arte sacra: nel 2008 ho conseguito il di-ploma in Spiritualità presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, che continuo a fre-quentare con grande passione e per la quale ho curato nel 2005 il volume I Chiostri di San Simpliciano Le pietre e la memoria edito da Electa. Nel 2012 ho iniziato una collaborazione con la De Agostini Scuola per cui sto elaborando il Museo digitale dell’arte sacra.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact