Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 10/11/2015 09:39:00
Anna Torterolo
Gotico in festa: Buon Anno fra le grandi cattedrali di Francia
Da mercoledì 30 dicembre 2015 a mercoledì 6 gennaio 2016

Prima dei libri, furono le cattedrali a raccontare il mondo.
Portali, vetrate, timpani narravano storie di cavalieri, di monaci, di sovrani: raffiguravano la vita intera, dal sublime sorriso degli angeli alle più piccole erbe dei campi. A costruirle fu tutta un'epoca, un tempo di meravigliose avventure di fede, di vivaci fiere e di speculazioni filosofiche. Generazioni e generazioni si susseguirono, dagli animali utilizzati per il trasporto delle pietre ai cavapietre, ai grandi artisti che avevano potuto ammirare smalti bizantini, codici miniati e resti classici.
Seguire la via delle cattedrali gotiche, vuol dire anche scoprire l'armonia dei paesaggi di Francia, perché ognuna di esse sembra scaturire da un particolare incontro di terra e cielo. Il viaggio vuole rendere omaggio a questo momento così fondamentale dell'arte e della storia europea in un momento dell'anno in cui gli uomini si stringono ancora intorno alle cattedrali, per ammirarne la bellezza e trarne energia per il proprio futuro.


Mercoledì 30 - Milano/Parigi/Chartres

Nel primo pomeriggio ritrovo in aeroporto e volo per Parigi: Milano Linate/Parigi AF 1013 - 15,30/17,00.
All’arrivo nella capitale si prosegue in pullman sino a Chartres: sistemazione presso il centralissimo hotel Mercure Chartres Cathedrale (www.accorhotels.com), posto nelle immediate vicinanze della celeberrima cattedrale, e cena in ristorante.


Giovedì 31 - Chartres
Una giornata a Chartres!
Nell'atmosfera più intima e "vera" dell'inverno, quando ancora si sente nell'aria la festa del Natale ed il flusso dei turisti diventa meno oppressivo, la Cattedrale per eccellenza mostra tutto il suo incanto.
Il portale reale, con le prime statue-colonna, Notre Dame de la Belle Verrière, il celebre labirinto pavimentale, immagini di antichi profeti e di angeli fanciulli... ed intorno un borgo vivace affacciato sulla riva della Eure.
Un luogo in cui si ha la percezione della bellezza come assoluto.
Pranzo libero e, in serata, cenone in ristorante.


Venerdì 1 - Chartres/Senlis/Compiègne/Soissons
Più piccola e civettuola, la Cattedrale di Senlis è celebre per uno splendido timpano e domina una piccola città, deliziosamente francese, con numerosi resti del suo passato medievale.
Passando poi attraverso la bella Compiègne (pranzo libero), si raggiunge Soissons, la cui Cattedrale ospita un dipinto di Rubens. Qui i sovrani merovingi ebbero la loro corte, come dimostrano le testimonianze raccolte nel Museo di Saint Leger, che possiede anche belle opere del XIX secolo (Boudin, Daumier, ...).
Sistemazione presso l’elegante hotel Des Francs (www.hoteldesfrancs.fr) e cena in albergo.


Sabato 2 - Noyon/Laon
In mattinata escursione a Noyon, la cui Cattedrale è un suggestivo sogno di pietra: quattro livelli di alzato, con triforio e cleristorio; la spinta verso l'alto, così audace, rende l'interno dell'edificio uno straordinario intersecarsi di linee di forza, con prospettive piene di fascino. Nata nel XII secolo, i maestri costruttori che la innalzarono ebbero certo in mente gli imponenti edifici del Romanico normanno.
Dopo la pausa per il pranzo libero, nel pomeriggio ecco Laon, la più "simpatica" fra le cattedrali gotiche di Francia; dalle sue guglie, in luogo delle ali degli Angeli, spuntano le corna di possenti buoi.
Una sorridente leggenda narra infatti che buoi miracolosi apparvero per trascinare i blocchi di pietra che giungevano dalla valle al cantiere della Cattedrale, in alto, su di uno sperone roccioso. Leggenda piena di significato che allude alla coralità richiesta per costruire una Cattedrale; ognuno contribuisce, anche le creature più semplici.
Pranzo libero e cena in albergo.


Domenica 3 - Soissons/Reims
Un breve tragitto ci conduce alla meraviglia di Reims, gioiello del gotico maturo. Un celebre sorriso aleggia sulle labbra delle statue gotiche di Reims: qualcuno ritiene che, attraverso le crociate, i maestri scalpellini che vi lavorarono avessero conosciuto l'arte del Gandhara e, certo, la più raffinata statuaria ellenistica. Pranzo libero e pernottamento presso il moderno hotel Mercure Reims Centre Cathedrale (www.accorhotels.com): cena in albergo.


Lunedì 4 - Reims/Saint Quentin/Amiens
Completamento delle visite in Reims e proseguimento per Amiens, facendo una sosta a Saint Quentin, dove scopriremo l'arte di un importantissimo pastellista del '700 francese, Quentin de La Tour, che, rivale di Rosalba Carriera, rappresentò con impagabile arguzia Rousseau, Voltaire e i volti dell'Età dei Lumi. Pranzo libero.
Arrivo ad Amiens e sistemazione presso l’hotel Mercure Amiens Cathedrale (www.accorhotels.com), dalle cui finestre si possono osservare le guglie della cattedrale: cena in albergo.


Martedì 5 - Amiens
Giornata dedicata alla "Bibbia di Amiens", così John Ruskin chiamò la Cattedrale piccarda, in un libro commosso che in-daga il formidabile complesso iconografico dell'edificio gotico, contrapponendolo ai messaggi piatti e banali della società industriale. Il libro di Ruskin venne tradotto in francese da un giovanissimo Proust, che ritrovò tra i fiori di pietra della Cattedrale i gelsomini della sua infanzia.
Tempo libero ad Amiens, che riserva sorprese di architettura Art Nouveau. Pranzo libero e cena in albergo.


Mercoledì 6 - Beauvais/Parigi
Con una tracotanza tipica ormai del tardo Medioevo la grande Cattedrale di Beauvais venne progettata per essere l’edificio più alto del mondo. Si arrivò ai 50 metri, poi, novella Babele, il coro della Cattedrale crollò.
Con la celebre abbazia di Saint Denis ha termine il nostro "itineraire gothique": la chiesa è l'atto di nascita del gotico in Francia. Un personaggio di grande fascino, l'abate Suger, decise di fare della sua abbaziale una "casa degna di Dio" e nessun tesoro fu per lui abbastanza splendido. Dagli spazi d'ombra del Romanico si passa ad un vertiginoso rincorrersi di luci nel presbiterio grazie alle vetrate multicolori. La bellezza ed il prestigio del luogo fece sì che i sovrani di Francia vi ve-nissero sepolti: così la visita a Saint Denis si trasforma in un irripetibile viaggio nella storia, da Clodoveo alla Rivoluzione.
Così, l'itinerario racconta l'evoluzione di un modello architettonico, ma anche della filosofia del costruire e del vivere lo spazio. Nelle ultime cattedrali europee (Milano, Praga, Colonia) lo slancio collettivo del primo gotico cede il posto alla nuova figura dell'architetto, protagonista e fiero della propria individualità.
Ultimo trasferimento in aeroporto per il volo di rientro Parigi/Milano Linate AF 1312 - 18,15/19,40.


Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 2.490
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 850)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 370


Modalità di pagamento:
- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Francia - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano

La quota comprende:
Viaggio aereo con voli di linea e tasse aeroportuali, percorso in pullman come da programma, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati, sette cene in ristorante/albergo, visite e ingressi come da programma, assistenza culturale di Anna Torterolo, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”.

La quota non comprende:
Gli extra in genere, 8 pasti liberi, le bevande, i facchinaggi, le mance e quanto non espressamente citato nel programma.


Assistenza Culturale
Anna TORTEROLO

Collaborando da anni con la splendida Biblioteca di Brera ed essendo cresciuta con una passione per i libri che mi fa' tornare da ogni viaggio con valigie pesantissime, cerco di allacciare tra loro itinerari d'arte ed emozioni letterarie. Sono persuasa infatti che il nostro gusto per il Bello si componga di memorie individuali, di conoscenza ma anche di assonanze più o meno consce tra lo sguardo e la parola: amo i viaggi-racconto, quindi, che sanno mettere in gioco ogni sfaccettatura del nostro universo percettivo.
Collaboro con prestigiose associazioni culturali e ho al mio attivo alcune pubblicazioni di argomento storico-artistico.
Un papà molto amato mi ha trasmesso un grande amore per la Francia, paese in cui mi muovo con affettuosa e complice disinvoltura.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact