Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 14/07/2015 12:14:00
Luisa Strada
GIOTTO, L’ITALIA: DA ASSISI A MILANO
17 ottobre 2015 – sabato

Sulle orme di Giotto, colui che “rimutò l’arte del dipingere di greco in latino e ridusse al moderno”, il primo vero artista che rivoluzionò il mondo della pittura italiana, anticipando le soluzioni del Rinascimento e rendendo protagonista della pittura l’umanità inserita in uno spazio misurabile e in una dimensione temporale; un’altra importante mostra in occasione di Expo. Un viaggio ideale che ripercorre l’intera parabola di un artista che ha viaggiato lungo tutta la penisola da Firenze, ad Assisi, Padova, Roma, Bologna e naturalmente Milano e vede riuniti per la prima volta proprio qui tre grandi capolavori: il Polittico di Badia, del periodo fi orentino, quello Stefaneschi della Pinacoteca Vaticana, prova della sua permanenza romana e il Polittico di Bologna, della fase più matura. Tre opere che segnano altrettante tappe signifi cative del suo percorso, dall’età giovanile alla maturità, attestando la notevole evoluzione di un artista che, proprio quando viene a lavorare a Milano presso la corte di Azzone Visconti, si apre a suggestioni goticheggianti; purtroppo la decorazione da lui lasciata, proprio nel palazzo dove si svolge la mostra, è ben presto andata perduta, ma certamente fu un prezioso esempio su cui si formò una nutrita scuola giottesca lombarda.


Ore 11.00. Ritrovo all’ingresso della mostra, presso la biglietteria di Palazzo Reale, piazza Duomo, 6.
Quota di partecipazione € 23.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact