Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 02/07/2015 12:06:00
Luisa Strada
Matera - Da città dei sassi a capitale europea della cultura
Da mercoledì 11 a sabato 14 novembre 2015

L’antica città dei Sassi, scandalo antropologico degli anni Cinquanta, è oggi considerata una delle città con la miglior qualità di vita in Italia. Tagliata fuori dal mondo per lunghissimo tempo, ancora oggi difficilmente raggiungibile e non ancora raggiunta dalle Ferrovie dello Stato, diventa capitale della cultura 2019, dopo aver già conquistato nel 1993 un posto tra i siti Unesco.
Vien da pensare che, mentre l’Italia del boom economico inseguiva il progresso, portandosi dietro anche tutti gli annessi e connessi, che oggi a distanza di tempo valutiamo negativamente (cementificazione, rumore, inquinamento, traffico, edilizia sconsiderata etc.), Matera rimaneva lì, immobile, immutata, silente, apparentemente sorpassata. Eppure...


Mercoledì 11 - Milano/Bari/Matera
Nella tarda mattinata viaggio aereo per la Puglia: volo Milano Linate/Bari AZ 1649 - 11,20/12,45.
Nel pomeriggio (pranzo libero) prendiamo contatto con questa città che subito sorprende. Non una città antica, ma un luogo abitativo che pare proprio quello che l’uomo postmoderno va cercando, a misura d’uomo, tutto da percorrere co-modamente a piedi. Insediamento millenario, che ha mantenuto un aspetto talmente incantevole da conquistare molti re-gisti (da Pasolini e Mel Gibson) che l’hanno scelto come set di famosissimi film, ma non per questo meno pittoresco: una città moderna, vivacissima dal punto di vista culturale e per le numerose giovani iniziative imprenditoriali.
La prima tappa è a Casa Noha, presidio FAI in Basilicata inaugurato nel 2014, suggestiva anticamera del nostro viaggio, che ci aiuterà ad addentrarci nell’anima di Matera, nel calore della roccia porosa del tufo, aiutati anche da un’efficace co-municazione multimediale.
Sistemazione presso il moderno hotel Palace (www.palacehotel-matera.it), elegante e funzionale struttura nei pressi del centro cittadino: cena e pernottamento in albergo.


Giovedì 12 - Matera

La città è l’espressione più alta dell’arte rupestre in Italia, scavata nel tufo: eremi, cripte, cenobi e basiliche ipogee, molto spesso affrescate, disseminate nell’altopiano murgico e lungo i suoi precipizi o inglobate nel tessuto urbanistico.
Questa giornata è tutta dedicata ai Sassi in città: la mattina alla scoperta del rione Sasso Caveoso, nella sua particolare forma ad anfiteatro, dove non manca una visita a una casa-grotta e alle chiese rupestri di S. Lucia alle Malve e Madonna de Idris, con alcuni degli affreschi più significativi del patrimonio iconografico locale.
In chiusura di mattinata, la sosta presso una cantina storica offre la possibilità di una degustazione di prodotti tipici locali.
Nel pomeriggio, dopo una pausa per il pranzo libero, la passeggiata prosegue verso il Sasso Barisano con le chiese della Madonna delle Virtù, di S. Nicola dei Greci e di S. Pietro Barisano. Cena in hotel.


Venerdì 13 - Matera

Un breve trasferimento in bus conduce al Belvedere mozzafiato di Murgia Timone. La zona rientra nel Parco delle Chiese Rupestri, dove si visita con particolare cura la cripta del Peccato Originale, considerata la Sistina del Rupestre; ad ingolo-sire Adamo fu qui un fico, non una mela; spiegheremo il perché.
Nel pomeriggio di nuovo in città, per una passeggiata lungo il Piano, l‘asse barocco di Matera, la città nobile che guarda dall’alto la città contadina dei sassi (così almeno una volta). Oggetto di visita la chiesa di S. Francesco di Assisi e quella del Purgatorio, il Museo Archeologico Nazionale e il sorprendente “Palombaro”, grossa cisterna per la raccolta dell’acqua scavata al di sotto di piazza Vittorio Veneto.
Pranzo libero e cena in hotel.


Sabato 14 - Montescaglioso/Bari/Milano
Per concludere in bellezza il nostro percorso dall’Eremo al Cenobio, raggiungiamo Montescaglioso, borgo dominato dall’imponente e maestoso complesso monastico di San Michele Arcangelo. La cupola della chiesa abbaziale, i chiostri, gli affreschi della sala capitolare e della biblioteca sono eloquenti testimonianze dell’importanza di questa cittadella benedet-tina, avviata nell’XI secolo e successivamente ingrandita con le donazioni dei Conti Normanni.
Al termine trasferimento all’aeroporto di Bari (pranzo libero) per il volo di rientro su Milano: Bari/Milano Linate AZ 1652 - 16,30/18,00.



Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 990
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 350)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 120


Modalità di pagamento:
- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Matera - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano


La quota comprende:
Viaggio aereo con voli di linea e tasse aeroportuali, trasferimenti in pullman come da programma, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati, trattamento di mezza pensione bevande ai pasti incluse, visite e ingressi come da pro-gramma, assistenza culturale di Luisa Strada, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”.


La quota non comprende:

Gli extra in genere, 4 pasti liberi, le mance e quanto non espressamente citato nel programma.



Assistenza Culturale
Luisa STRADA

Mi sono laureata con lode nel 1991 in Arte Lombarda con tesi sul Bramante alla Facoltà di Pavia. Tra matrimonio e maternità, ho incominciato la mia attività di assistente culturale e di educatrice museale, nel 1993 con gli Amici di Brera e, due anni dopo, con il Museo Poldi Pezzoli: posso dire che passione e professionalità per l’arte sono cresciute dentro queste due associazioni. Dal 1998, in collaborazione con la Soprintendenza, partecipo al corso di ag-giornamento per gli insegnanti della scuola secondaria di primo grado, organizzato dagli Amici di Brera. Dal 2009 sono docente del Corso di Storia dell’Arte presso la Dragan Golden Age, libera università di via Larga a Milano.
Il mio interesse principale si rivolge certamente all’arte sacra: nel 2008 ho conseguito il di-ploma in Spiritualità presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, che continuo a fre-quentare con grande passione e per la quale ho curato nel 2005 il volume I Chiostri di San Simpliciano Le pietre e la memoria edito da Electa. Nel 2012 ho iniziato una collaborazione con la De Agostini Scuola per cui sto elaborando il Museo digitale dell’arte sacra.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact