Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 16/02/2015 11:09:00
Anna Torterolo
Mosca delle meraviglie
Da sabato 20 a giovedì 25 giugno 2015

Terza Roma, erede di Bisanzio dalle cupole splendenti, miscela unica di Occidente ed Oriente, nuova Gerusalemme per i mistici russi, cuore del mondo per Vassilij Kandinsky, labirinto di misteriosi e sudici vicoli per la Margherita di Bulgakov, oggetto di un lirico amore nelle poesie di Pasternak, teatro di una burocrazia minacciosa e crudele; ma anche custode di musei meravigliosi e attivissimi, dalle icone della Tretyakov ai capolavori europei del Pushkin, laboratorio della nuova architettura, cuore della Rivoluzione, palcoscenico dell’ascesa di una nuova borghesia arrogante e materialista, e allo stesso tempo città giovane, piena di vita e di sogni; insomma, Mosca!


Sabato 20 - Milano/Mosca

Nel corso della mattinata ritrovo in aeroporto e viaggio, con voli della compagnia aerea Swiss, per la Russia con scalo a Zurigo: Milano Malpensa/Zurigo LX 1613 - 10,05/11,05 in coincidenza con volo Zurigo/Mosca LX 1326 12,20/16,55.
All’arrivo nella capitale trasferimento in centro città e sistemazione presso lo storico hotel National (www.national.ru), pre-stigiosa struttura adiacente la celeberrima piazza Rossa: cena in albergo.


Domenica 21 - Mosca
Mattina dedicata alla Galleria Tretjakov, anima dell'arte moscovita, dalle meravigliose icone (Rublev su tutte) alle vicende della pittura fra simbolismo e avanguardie: gli autori dei Balletti Russi (Vrubel, Bakst...)ma anche Kandinsky, Lentulov, Malevic fino al realismo socialista ed ai contemporanei.
Nel pomeriggio la meraviglia di tutte le Russie, il Cremlino, con la Cattedrale della Dormizione, progettata dal bolognese Aristotile Fioravanti nel XV secolo, impreziosita da una favolosa iconostasi che conserva la Vergine di Vladimir, la cattedrale della Annunciazione, e, giungendo sulla Piazza Rossa, la cattedrale di San Basilio, autentico inno alla gioia ed al colore. Pasti liberi.


Lunedì 22 - Abramtsevo/Sergiev Posad
Partenza per il villaggio di Abramtsevo, dove il magnate e mecenate Savva Mamontov, sul finire del XIX secolo, fondò una colonia di artisti e letterati, tra i quali Valentin Serov, Michail Vrubel ed il grande cantante lirico Saliapin.
L'isba di Mamontov e la chiesa del villaggio sono interessanti testimonianze del "revival slavofilo" in Russia
Nel pomeriggio visita al monastero della Trinità di S. Sergio, "lavra" di grande importanza spirituale, dove lavorò il pittore di icone Andrej Rublev; vi regna un'atmosfera di grande intensità religiosa e le vicende storiche del complesso sono affascinanti. Rientro a Mosca nel tardo pomeriggio.
Pasti liberi.


Martedì 23 - Mosca

Visita del Museo Pushkin, celebre per la sua raccolta di capolavori dell'arte moderna occidentale: dipinti impressionisti di prim'ordine, Van Gogh, Gauguin, Cezanne e opere di Picasso, Braque, Matisse sfilano sulle pareti di questa eccezionale collezione. Pausa per il pranzo libero e, nel pomeriggio, visita del Monastero delle Novizie, in cui il barocco moscovita ha qualche punto di contatto con l'architettura del Seicento olandese. Dominato dalla Cattedrale della Vergine di Smoljensk, il cimitero del convento accoglie le tombe, fra gli altri, di Cechov, Skrjabin e Prokofjev.
Al termine passeggiata nel suggestivo quartiere dell'Arbat.
In serata trasferimento e cena presso il celebre ristorante Yar.


Mercoledì 24 - Mosca
Itinerario sui passi de "Il Maestro e Margherita" di Bulgakov, cominciando con il Museo Bulgakov, visitabile nella casa dove lo scrittore visse dal 1923 al 1926: un percorso pieno di suggestione, pensando che in quelle stanze passarono Isadora Duncan e Esenin... Al termine passeggiata nei bellissimi giardini conosciuti col nome di Stagni del Patriarca: qui si svolgono molte scene del romanzo faustiano di Bulgakov.
Pranzo in ristorante e, nel pomeriggio, proseguimento delle visite con il Museo d'arte moderna di Mosca, dove ritroviamo i protagonisti dello straordinario periodo delle avanguardie: Malevic, Rodcenko, Larionov, ma anche opere di artisti contemporanei, molto giovani ed ormai affermati in tutto il mondo. Cena libera.


Giovedì 25 - Mosca/Milano
Ultima visita dedicata ad un piccolo gioiello dell'Art Nouveau moscovita: Villa Ryabushinsky, sede del Museo dedicato allo scrittore Maksim Gorky, costruita nel 1910 su progetto di Fedor Sechtel, che portò in Russia le novità decorative internazionali. Parte della mattinata e pranzo liberi e, nel primo pomeriggio, trasferimento in aeroporto per il viaggio di ritorno in Italia: volo di rientro Mosca/Zurigo LX 1327 - 17,35/20,10 con proseguimento Zurigo/Milano Malpensa LX 1638 - 20,55/21,50.


Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 1.980
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 700)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola
€ 470

Visto d’ingresso € 80


Modalità di pagamento:

- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Mosca - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano
La quota comprende:
Viaggio aereo con voli di linea e tasse aeroportuali, trasferimenti in pullman come da programma, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati con trattamento di pernottamento e prima colazione, una cena in albergo, una cena al ristorante Yar, un pranzo in ristorante, visite e ingressi come da programma, assistenza culturale di Anna Torterolo, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”.
La quota non comprende:
Gli extra in genere, il costo del visto d’ingresso in Russia, 7 pasti liberi, le bevande, i facchinaggi, le mance e quanto non espressamente citato nel programma.
Documenti necessari:
Rilascio del visto a cura di Celeber: è necessaria la consegna del passaporto -con validità di almeno 6 mesi oltre la data di partenza- entro il 29 maggio, unitamente a due fototessera (recenti, frontali, con sfondo bianco) e alla compilazione dell’apposito modulo disponibile in Segreteria.

 


Assistenza Culturale
Anna TORTEROLO

Collaborando da anni con la splendida Biblioteca di Brera ed essendo cresciuta con una passione per i libri che mi fa' tornare da ogni viaggio con valigie pesantissime, cerco di allacciare tra loro itinerari d'arte ed emozioni letterarie. Sono persuasa infatti che il nostro gusto per il Bello si componga di memorie individuali, di conoscenza ma anche di assonanze più o meno consce tra lo sguardo e la parola: amo i viaggi-racconto, quindi, che sanno mettere in gioco ogni sfaccettatura del nostro universo percettivo.
Collaboro con prestigiose associazioni culturali e ho al mio attivo alcune pubblicazioni di argomento storico-artistico.
Un papà molto amato mi ha trasmesso un grande amore per la Francia, paese in cui mi muovo con affettuosa e complice disinvoltura.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact