Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 15/01/2015 11:57:00
Luca Mozzati
Terra di Bari
Da martedì 24 a sabato 28 marzo 2015

Un itinerario prevalentemente dedicato alla stagione romanica, epoca in cui nella regione furono realizzate le celeberrime cattedrali, annoverabili tra le massime del tempo, formidabili e complesse strutture, impreziosite da affascinanti inserti scultorei, come Trani, Bari, Barletta, Troia, Bisceglie, Molfetta e altre meno celebri ma non meno affascinanti, come la tetragona chiesa di Valenzano. Ma non meno affascinante sarà la scoperta delle meno conosciute costruzioni altomedievali, edifici compatti e innovativi, come nel tessuto bizantino di Bari o perse nella campagna come a Rutigliano.


Martedì 24 - Milano/Bari/Palo del Colle/Trani

Nella tarda mattinata viaggio aereo con il volo Milano Linate/Bari AZ 7043 - 11,20/12,45.
Dopo una pausa per il pranzo libero, il pomeriggio sarà dedicato alla visita della città di Bari, tra i meglio conservati centri di epoca medievale del Meridione, fiorì in particolare come caposaldo bizantino tra IX e XI secolo e nella succes-siva epoca normanna. Se dell’epoca bizantina i resti sono poco appariscenti, monumenti tra i maggiori del tempo do-cumentano la successiva grandezza: la magnifica basilica di San Nicola, di nitida e quasi metafisica architettura, e l’altrettanto monumentale cattedrale, decorata con eccellenti sculture, mentre la successiva fase aragonese è docu-mentata dal castello. Nella non distante Palo del Colle si può invece stupirsi di fronte alla cinquecentesca Chiesa Matrice, realizzata quasi in linguaggio neoromanico, a documentare l’irresistibile vigore di una tradizione.
Nel tardo pomeriggio si raggiunge la cittadina di Trani dove il gruppo sosta presso l’hotel San Paolo al Convento (www.hotelsanpaoloalconventotrani.it), struttura ricavata da un antico monastero risalente al 1400. L’albergo diretta-mente affacciato sul porto di Trani, conserva il classico fascino e l’eleganza caratteristica della città pugliese.
Cena in albergo.


Mercoledì 25 - Bitonto/Balsignano/Valenzano
Nel cuore medievale di Bitonto si innalza un altro grandioso esempio del romanico pugliese, con superbi portali deco-rati e cripta monumentale, mentre il Palazzo Vulpano (al momento chiuso al pubblico per restauri) è uno dei più inte-ressanti esempi di architettura e decorazione di epoca rinascimentale dell’area. La chiesa di San Felice in località Balsi-gnano (presso Modugno), attualmente in aperta campagna, costituiva invece la chiesa di un castello normanno: oggi, benché parzialmente crollata, è un suggestivo esempio di questo tipo di edifici. La cattedrale di Giovinazzo, altro note-vole esempio del romanico locale, è stata trasformata nel XVIII secolo all’interno. La chiesa di Ognissanti di Cuti presso Valenzano, già parte dell’antico monastero benedettino, è un tetragono esempio di stereometria di estrema so-brietà, dominata dalle inconsuete sagome dei tre tamburi quadrati delle cupole.
Rientro a Trani in serata; pasti liberi.


Giovedì 26 - Altamura/Gravina/Molfetta/Bisceglie
Nel pittoresco centro storico di Altamura si conserva l’unica cattedrale costruita da Federico II e il notevole palazzo ri-nascimentale Viti de Angelis. La cattedrale di Gravina, stretta nel fitto e caotico tessuto urbanistico medievale, anch’essa di origine normanna, venne ricostruita a partire dal XV secolo e in seguito armoniosamente rimaneggiata all’interno. Grandioso solenne e prismatico, il duomo di Molfetta appartiene al sobrio e stereometrico linguaggio già visto a Cuti, ripreso anche nella rinascimentale Santa Maria al Sacco rosso. A Bisceglie ci soffermeremo invece sulla piccola chiesa, sempre romanica, di Santa Margherita e sul bel palazzo Tupputi di epoca rinascimentale.
Rientro a Trani in serata; pasti liberi.

Venerdì 27 - Canosa/Troia/Barletta
La cattedrale di San Sabino a Canosa, incredibile commistione di momenti storici differenti, conserva uno dei più bei pulpiti della regione, la celebre cattedra di Romualdo e la tomba di Boemondo d’Altavilla con le magnifiche porte bron-zee. Nei dintorni si possono visitare i resti della basilica paleocristiana di San Leucio, coi notevoli lacerti musivi. A Troia la superba cattedrale, autentico riassunto monumentale delle vicende storiche della città, con le immaginifiche porte bronzee, la sobria architettura interna e il raffinato ambone. Degna di nota anche la protoromanica San Basilio.
Barletta è la città del colosso, l’inquietante statua in bronzo, altra oltre 5 metri, ruvida opera tardoromana, ma anche di due altre magnifiche chiese romaniche e del castello sul mare di origine sveva e del bel palazzo rinascimentale della Marra. Rientro a Trani in serata; pranzo libero e cena in albergo.


Sabato 28 - Trani/Corato/Ruvo di Puglia/Bari/Milano
A Trani la cattedrale sul mare, una delle più spettacolari che sia dato di vedere, tanto per i complessi scultorei che per la porta bronzea di Barisano e l’incredibile spazio interno, col monumentale arredo, il preromanico ipogeo di San Leu-cio e la sterminata cripta, contrasta con la severa e articolata mole del castello. Anche la severa chiesa di Ognissanti, di solenne impianto basilicale di sapore classico, merita la visita. Passando per Corato, con l’interessante chiesetta di San Vito, raggiungeremo infine Ruvo di Puglia, con l’ultima magnifica cattedrale dalle complesse vicende storiche e col Museo Archeologico Jatta di Ruvo, nella particolarissima sistemazione ottocentesca.
Pranzo libero durante le visite, terminate le quali l’itinerario si conclude all’aeroporto di Bari per il volo di rientro Bari/Milano Linate AZ 7136 - 17,00/18,30.


Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 1.350
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 450)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 200


Modalità di pagamento:

- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Puglia - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano


La quota comprende:
Viaggio aereo con voli di linea e tasse aeroportuali, itinerario in pullman come da programma, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati, due pasti, trasferimenti visite e ingressi come da programma, facchinaggi in al-bergo, assistenza culturale di Luca Mozzati, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”.


La quota non comprende:
Gli extra in genere, 7 pasti liberi, le bevande, le mance e quanto non espressamente citato nel programma.

 


Assistenza Culturale
Luca MOZZATI

Laureato con lode in Lettere Moderne con indirizzo artistico nel 1987, svolgo attività di conferenziere e storico dell’arte. A queste attività “istituzionali” affianco quelle relative alla progettazione e allo sviluppo di itinerari che spaziano dalla visita a un monumento a viaggi di più giorni in ogni angolo del pianeta, preceduti da lunghi soggiorni per com-prendere a fondo il paese da visitare.
Fotografo professionale e autore di una trentina di libri di storia dell’arte e di guide ar-tistiche, dal 2002 sono consulente nella progettazione e nello svolgimento di pro-grammi di Corporate Social Responsability per diverse aziende, dove curo programmi teorici e outdoor impostati su tematiche di carattere storico-artistico-archeologico, fa-cendo dei temi di crescita del management e del team building esperienze di autentico arricchimento intellettuale ed emotivo per i partecipanti e mirando a risultati di non effimera rilevanza sociale.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact