Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 01/10/2014 12:09:00
Paola Rapelli
I luoghi verdiani...un anno dopo
Da sabato 25 a domenica 26 ottobre 2014

“Diede una voce alle speranze e ai lutti. Pianse ed amò per tutti. Fu come l’aura, fu come la polla.” (G-D’Annunzio)
ed anche: “Voi che sotterra cercate / l’ultimo Grande d’Italia, /-era l’ombra, e il giorno è sorto-/ l’ultimo Grande d’Italia, / io vi grido, non è morto, / non è qui.” (G.Pascoli).
Stanno scrivendo di Giuseppe Verdi (1813-1901): Italiano immortale, con un immenso, appassionato cuore emiliano. Nella sua vita, solitaria, il Maestro si stabilì in alcune località, tra cui certamente a Milano, visse in quei luoghi ove lo condusse la sua esperienza professionale ma amò sempre i suoi luoghi natii. Noi a quei luoghi siamo diretti, condividendo con lui l’attenzione al territorio e la dedizione alla terra nonché l’amore per la musica.


Sabato 25 - Milano/Parma/Busseto
Ore 8,30 partenza in pullman da Milano via Paleocapa, ang. via Jacini, in direzione di Parma.
Qui visiteremo il Museo Casa natale Toscanini, dedicato a uno dei massimi conoscitori della musica verdiana, e, presso la sede del Club dei 27, incontreremo un esponente del celebre club verdiano, la più piccola ma agguerritissima associazione al mondo dedicata al Maestro.
Nel pomeriggio trasferimento a Busseto. Prosecuzione del programma con visita al Museo Nazionale di Villa Pallavicino (edificio rinascimentale, dal 2009 sede dell’importante museo verdiano), al Teatro Verdi e al neonato Museo Renata Tebaldi. Il nuovo museo (giugno 2014) è un raffinato omaggio alla cantante, pesarese di nascita ma “cittadina del mondo” in senso musicale che, mancata nel 2004, fu tra le più apprezzate interpreti dei personaggi femminili create da Verdi: la sua carriera cominciò proprio con “Desdemona” nel 1955 al Metropolitan di New York.
Sistemazione presso il caratteristico hotel I Due Foscari (www.iduefoscari.it): pernottamento in albergo.
Pasti liberi.


Domenica 26 - Busseto/Fiorenzuola d’Arda/Milano
Visita di Casa Barezzi e di Villa Verdi a Sant’Agata: la casa è la dimora di Antonio Barezzi, presso la quale il giovane Giuseppe compì la sua prima formazione musicale, ma ci ricorda che qui visse con la sua prima moglie, Margherita Barezzi. A Sant’Agata è la villa privata di Verdi, che dal 1851 fu a lungo la sua amata residenza, il suo rifugio, presso cui egli puntualmente tornava tra un viaggio e l’altro.
In albergo il nostro sarà un pranzo verdiano, che ci permetterà di gustare alcuni dei piatti regionali apprezzati e promossi dal compositore.
Il programma si conclude con la visita al Teatro Verdi di Fiorenzuola d’Arda (1853, inaugurato con una rappresenta-zione di “Attila” nel 1913) da dove poi inizia il viaggio di rientro a Milano in serata.


Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 350
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 150)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 25


Modalità di pagamento:
- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Busseto - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano


La quota comprende:
Viaggio in pullman, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati, trattamento di mezza pensione in albergo bevande incluse, visite e ingressi come da programma, assistenza culturale di Paola Rapelli, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”, mance.


La quota non comprende:

Gli extra in genere, 2 pasti liberi e quanto non espressamente citato nel programma.



Assistenza Culturale
Paola RAPELLI

Un dovere e un piacere, per me, occuparmi di Storia dell’Arte e dell’Architettura. Un dovere civico verso il nostro magnifico patrimonio nazionale, e un dovere etico verso i miei maestri; un piacere personale nell’osservare, nell’approfondire, nel promuovere, sul doppio versante lavorativo della libera professione e della pubblicistica/divulgazione, nonché dell’insegnamento part-time della Disciplina alla scuola superiore (con esperienza attiva nella didattica), entrambi da fine anni Ottanta.
Un grande amore: Milano, la mia città per anagrafe e per scelta.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact