Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 28/05/2014 11:35:00
Alessandra Montalbeltti
La Collezione Wolfson e la Fondazione Remotti a Genova: come "far pensare alle persone"
20 giugno 2014 - venerdì

La nostra prima tappa è la prestigiosa e fastosa collezione in cui Mr.Wolfson ha raccolto oltre 18.000 pezzi datati tra il 1880 ed il 1945 per raccontare i profondi cambiamenti storiciculturali ed artistici di un periodo tra i più intensi per i processi di trasformazione urbanistici, per l’avvento del progresso e i suoi rifl essi sul mondo del lavoro e della vita: dipinti, sculture, mobili, manifesti e molto altro ancora per concretizzare il sogno di un uomo che non cercava oggetti, “perché sono gli oggetti che mi cercano”. Nel pomeriggio, visiteremo un altro sogno, avveratosi nel 2008, quando i coniugi Remotti, nella chiesa sconsacrata dell’ex-convento delle Gianelline, non hanno solo deciso di esporre in pubblico alcune opere della loro collezione, ma hanno coinvolto artisti come Garutti, Pistoletto, Zorio, Rehberger (Leone d’oro - Biennale 2009) ed altri non per avere opere site-specifi c, ma per recuperare la pratica antica dell’artista al lavoro all’interno della chiesa.


Ore 8.00. Partenza in pullman da via Paleocapa, angolo via Jacini. Rientro in serata.
Quota di partecipazione € 120, pranzo incluso.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact