Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 18/06/2018 12:38:00
Amici di Brera
ANTEPRIMA VIAGGI
Settembre 2018 - Gennaio 2019

19-23 settembre
MOLISE, REGIONE SCONOSCIUTA
Assistenza culturale dott. Luca Mozzati
Un itinerario tutto da scoprire, con partenza dalla solenne cattedrale normanna nella piacevole città di Termoli, lasciata la quale il percorso si sviluppa attraverso regioni praticamente sconosciute al turismo, toccando borghi storici dall’ atmosfera intatta. I fili conduttori del viaggio sono diversi e di estrema varietà: l’incredibile sito paleolitico di Isernia; il santuario sannitico di Pietrabbondante, perduto tra le montagne; la romantica cittadina romana di Saepinum, immersa in un’atmosfera fuori dal tempo; tra gli edifici sacri, ecco la cripta altomedievale di San Vincenzo al Volturno, con gli stupendi affreschi bizantini; e le chiese romaniche, tra cui spiccano San Nicola di Guglionesi, l’abbazia di Santa Maria del Canneto e la notevole San Giorgio martire di Pretella Tifernina; infi ne, per non farsi mancare nulla, il possente castello di Venafro.

25-29 settembre
CIOCIARIA, DA SUBIACO A MONTECASSINO, PASSANDO PER ANAGNI

Assistenza culturale dott.ssa Luisa Strada
Subiaco, una roccia scavata, di fronte il vuoto e, al di là della valle scoscesa, una trama fi tta di boschi: unico spiraglio il cielo. Da qui, dove san Benedetto trascorse in solitudine tre anni, aggrappato alla roccia come in un nido di uccelli, ebbe inizio la trasformazione medievale di quest’antica terra di boschi e di pietre. Pietre già plasmate dall’uomo in macigni sbozzati d’impressionanti mura ciclopiche, in blocchi monumentali d‘ingegnose costruzioni romane; pietre poi levigate e sovrapposte con ordine, di luminose abbazie monastiche. Qui l’architettura benedettina, cistercense e certosina dialoga con le mura ciclopiche di Alatri. Non solo pietre però: Anagni, la città famosa per il suo schiaffo, non mancherà di sorprenderci con il suo favoloso ciclo di affreschi duecenteschi.

4-7 ottobre
A COPENHAGEN, NON SOLO AMLETO!

Assistenza culturale dott.ssa Alessandra Montalbetti
Un viaggio alla scoperta di una brillante vita culturale, di raccolte pubbliche che espongono opere dall’archeologia egizia ed etrusca per arrivare ai dipinti di Gauguin, e di un museo celebrato in tutto il mondo per la sua opulenta collezione di arte contemporanea, esposta anche nel parco che lo circonda, scenografi camente a picco sul mare. Copenhagen si racconta grazie anche alle sue recentissime architetture, quali il Diamante nero e il Blox, ma non dimentica la sua gloria passata, nella gemma dedicata a Bertel Thorvaldsen, scultore neoclassico celebrato in tutto il mondo.

12-14 ottobre
DI QUA, DI LÀ DALL’APPENNINO: TRA TOSCANA E UMBRIA, DAGLI ETRUSCHI… AL BUON VINO!

Assistenza culturale dott.ssa Paola Rapelli
Il nostro “lento andare” ci porta sul crinale di confine tra due magnifi che regioni, in un itinerario che mescola come sempre territorio, arte, storia e novità. Innovative sono le cantine della tenuta “Il Borro”. Ecco qualche spunto: Montepulciano è un gioiello medievale stimato in tutto il mondo per il suo prodotto vitivinicolo. Chiusi è città etrusca tra le più importanti: il Labirinto di Porsenna, il Museo Archeologico, il patrimonio architettonico… A Montegiove la Scarzuola di Tomaso Buzzi (1957- 1978), realizzata nella valletta retrostante il convento ove dimorò San Francesco, è una particolarissima “antologia di pietra”; da Villa Adriana a Bomarzo, una stupefacente scenografi a storico-architettonica inventata da un artista poco noto, ma di grandissimo valore. Il Lago Trasimeno, da par suo, incanta per la sua armonia naturale e la sua pace fuori dal tempo.

18-20 ottobre
GENOVA: LA CITTÀ DEI ROLLI
Assistenza culturale dott.ssa Daniela Tarabra
Il cuore antico di Genova è il più vasto centro storico medievale d’Europa, eccezionalmente conservato attorno al porto vecchio, in un intreccio suggestivo di viuzze, piazzette, salite e scalinate. La città conserva intatte splendide vestigia del suo illustre passato, come gli sfarzosi palazzi cinquecenteschi, simbolo delle incredibili ricchezze accumulate con il commercio marittimo: da Palazzo Ducale a Palazzo Reale, da Palazzo Bianco a Palazzo Rosso, oggi musei. Le dimore sontuose erano così tante da essere inseriti nel 1576 nella geniale invenzione dei “Rolli degli alloggiamenti pubblici”: un elenco uffi ciale dei palazzi privati, suddivisi in diverse classi in base alla loro magnifi cenza, destinati ad accogliere gli ospiti uffi ciali della Repubblica. A seconda del rango dell’ospite veniva estratta a sorte dai “bussoli” la residenza incaricata dell’ospitalità: era un onore, ma anche un onere, poiché il sorteggiato doveva provvedere a proprie spese a ogni necessità dell’ospite e del suo numeroso seguito…

26-27 ottobre
A VENEZIA, È TINTORETTO-MANIA!

Assistenza cultuale dott.ssa Alessandra Novellone
Nella triade dei più importanti pittori del ‘500 in laguna - Tiziano, Veronese, Tintoretto - quest’ultimo è l’unico veneziano doc, tenacemente radicato in città. E Venezia ne celebra l’estro straordinario, in occasione del cinquecentenario dalla morte, con ben due esposizioni, a Palazzo Ducale e alle Gallerie dell’Accademia. Un terzo, ineludibile polo è rappresentato dalla Scuola grande di San Rocco, vero luogo del cuore per il pittore. A ciò aggiungiamo la visita ad alcune chiese, tra le tante in cui Tintoretto ha lasciato testimonianza della sua arte visionaria.Un suggestivo percorso in gondola, iconica imbarcazione cantata da letterati del calibro di Shelley e Byron, contribuirà a calarci nell’atmosfera della Serenissima nel XVI secolo.

31 ottobre - 3 novembre
DRESDA: LA CITTÀ DELLE MERAVIGLIE

Assistenza culturale dott.ssa Daniela Tarabra
Dresda fu defi nita da Wolfgang Goethe nel 1794 “Scrigno di meraviglie”; Heinrich von Kleist nella capitale della Sassonia si sentiva “sotto il cielo italico”, altri la chiamano la “Firenze dell’Elba”. La città fu trasformata dalla fi ne del XVII secolo in un fastoso scrigno di tesori, collezioni d’arte e architetture. Sotto la direzione dei maggiori architetti sulle due rive del fi ume Elba prese il via un ampio disegno urbanistico culminato nella residenza dello Zwinger, per ospitare le vastissime e variegate collezioni d’arte, dalla gioielleria e orefi ceria con tagli unici di pietre preziose, alle sculture antiche, dai dipinti italiani del Rinascimento agli oggetti di lusso, dalle raccolte di armi alle celebri porcellane di Meissen. Bellotto dipinse nelle sue ampie vedute di Dresda i profili delle architetture e l’atmosfera del tempo. Dresda, come era nel Settecento, si trasforma da “Wunderkammer” a “Wunderstadt”: città delle meraviglie.

8-18 novembre
CALIFORNIA, IL GOLDEN STATE

Assistenza culturale dott.ssa Alessandra Montalbetti
La California ha un fascino particolare al quale nessuno può resistere: per i paesaggi fi abeschi dalle dimensioni inusitate e dalle evidenti differenze: dal deserto della Valle della Morte al lussureggiante Parco dello Yosemite; per i musei che raccolgono opere di straordinario interesse nelle città di San Francisco e di Los Angeles; per la fantasmagorica unicità della città di Las Vegas… insomma, un susseguirsi di sorprese e miracoli della natura e dell’uomo.

21-22 novembre
BASILEA E CAMPUS VITRA: DUE GRANDI “MUSEI” DI ARTE CONTEMPORANEA

Assistenza culturale arch. Maria Vittoria Capitanucci
Le due giornate prevedono la visita al suggestivo Campus Vitra di Weil am Rhein che ospita uno dei musei di design più importanti nel panorama internazionale ed è esso stesso un museo d’architettura a cielo aperto, con la sua costellazione di padiglioni realizzati dalle fi rme più prestigiose della progettazione contemporanea: da Frank Gehry a Zaha Hadid, da Nicholas Grimshaw ad Alvaro Siza, da Tadao Ando ad Herzog & de Meuron. A Basilea ci dedichiamo all’architettura contemporanea visitando una serie di opere dei “prizker price” Herzog & de Meuron che nella città hanno il proprio studio.

1-2 dicembre
LA LUCE SPLENDE AGLI UFFIZI LA SERA…

Assistenza culturale dott.ssa Alessandra Novellone
La luce è quella, ideale, sprigionata dai capolavori degli Uffi zi, visibili in un nuovo scenografico allestimento, che potremo assaporare in tutta tranquillità in una visita riservata solo a noi in orario serale. L’essenza del Rinascimento è racchiusa nelle opere dei protagonisti di quella stagione, unica e felice, che ha reso celebre l’Italia nel mondo: da Giotto a Perugino, da Duccio a Gentile da Fabriano, da Botticelli e Leonardo a Michelangelo, Pontormo, Andrea del Sarto, Caravaggio… Leonardo, di cui si celebra il cinquecentenario dalla morte, sarà anche al centro di una esposizione a Palazzo Strozzi; l’omaggio all’artista, anche se indiretto, prosegue in un percorso cittadino che abbiamo elaborato intorno ad alcune “Ultime cene”, precedenti illustri del Cenacolo vinciano milanese.

6-10 dicembre
L’ANTICHITÀ SI FA MODERNA: PROVENZA SENZA TEMPO

Assistenza culturale dott.ssa Anna Torterolo
Come accade per i luoghi più amati (...e non solo per i luoghi) crediamo di conoscerla, ma ogni volta ci sorprende: la Provenza sta conducendo una strategia dedicata ad un nuovo turismo, che, accanto alle attrazioni più note come il paesaggio e la cucina, sappia appassionarsi alla straordinaria ricchezza storica della regione. Il nome stesso di Provenza ne rivela il ruolo di provincia romana e questa “anima” classica ha nutrito le stagioni della sua arte, dal romanico di Saint Trophime e di Saint Gilles allo sguardo sapientemente costruttivo di Cezanne. I luoghi archeologici provenzali sono stati recentemente restaurati e valorizzati grazie all’intervento di architetti come Norman Foster e Jean Nouvel in una coinvolgente sfi da che vuole ridare linfa e respiro ad auguste rovine, troppo spesso viste come piacevoli, ma inutili ingombri urbani. Poi, nella Certosa di Villeneuve d’Avignon, scopriremo uno dei più bei dipinti del Quattrocento europeo: l’Incoronazione della Vergine del misterioso Enguerrand Quarton.

9-12 gennaio
Il GRANDE RITORNO IN SICILIA DI ANTONELLO DA MESSINA

Assistenza culturale dott.ssa Luisa Strada
Andiamo a Palermo, per il grande ritorno di un gigante della pittura del Rinascimento alla sua Terra. La Sicilia celebra il suo campione con un’attesissima mostra, e quadri da tutta Italia ed Europa raggiungeranno così la bellissima “Annunciata” nell’elegante Palazzo Abatellis, per quella che promette essere una grande monografica sul pittore. Antonello da Messina è un artista viaggiatore, capace di cogliere nei giardini altrui i fiori più belli che arricchiscono di sapienza la sua arte, senza mai inquinare il valore plastico della sua pittura. Un vero Siciliano e insieme quasi un pittore veneto e fi ammingo, che mette insieme con un assoluto rigore il monumentale e il domestico, il particolare e l’universale; ammirevole la sua capacità di includere senza mai alterare, (che potrebbe a ragione essere presa a buon modello dall’uomo contemporaneo...).

16-18 gennaio
L’ALTRO VOLTO, INATTESO, DI FIRENZE

Assistenza culturale dott.ssa Alessandra Montalbetti
Scopriamo il volto inedito di questa città, solitamente amata per il Rinascimento, ma molto pimpante anche nel contemporaneo: il nuovo Museo dedicato al Novecento, l’arrivo dell’elettrica Marina Abramovic nella più completa rassegna mai vista in Europa e la scoperta della liminale collezione di Roberto Casamonti, che si dipana tra i Macchiaioli e Piero Manzoni; senza scordare i rinnovati Musei Gucci e Ferragamo che testimoniano il fragrante interesse per l’aggiornamento con il mondo contemporaneo. Ed Alberto Garutti veglia su tutti!

22-26 gennaio
ATMOSFERE DI BAVIERA

Assistenza culturale dott. Stefano Zuffi
Monaco è una città carica di storia, di memorie e di dinamismo: una metropoli internazionale e insieme la custode di una caratteristica identità bavarese. Un itinerario invernale per ripercorre insieme un centro storico compatto, una rete di musei meravigliosi, momenti memorabili dal Rinascimento al Rococò, fino alla stagione delle avanguardie.

Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact