Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 06/03/2017 15:17:00
Alessandra Montalbetti
FORLÌ: I RUGGENTI ANNI DEL GRANDE GATSBY
Da sabato 3 a domenica 4 giugno 2017

Dopo l’affascinante rassegna che ha ripercorso gli anni del Liberty, i Musei di San Domenico procedono nel loro excursus temporale con questa rassegna dedicata ai ruggenti anni Venti: dai dipinti di Picasso e Matisse ed altri, ormai lontani dalla furia delle Avanguardie, ma sempre forieri di novità, ai mobili, le suppellettili ed i gioielli del mondo narrato da F. S. Fitzgerald, che desiderano allontanarsi dai rivoli estenuati di una moda ormai pronta alla novità; le atmosfere dei boudoir mutano con i capelli alla maschietta e le atmosfere delle eroine pucciniane.


Sabato 3 - Milano/Forlì/Castrocaro

Alle ore 7,30 partenza da Milano via Paleocapa, ang. via Jacini, e viaggio in pullman alla volta di Forlì per la visita alla Collezione Verzocchi custodita all’interno di Palazzo Romagnoli: esposta in modo completo una sola volta alla Bien-nale di Venezia del 1950, permette di scoprire l’unicità dell’ avventura dell’imprenditore Giuseppe Verzocchi che ha in-vitato oltre sessanta tra i maggiori Maestri italiani a realizzare un’opera ispirata al tema del lavoro, da Afro a Carrà, da Guttuso a Vedova: un curioso caso di committenza moderna, nel quale gli artisti non si sono sentiti bloccati, ma sti-molati alla narrazione di un tema antico e nobile ad un tempo.
Dopo la pausa per il pranzo libero, visitiamo, nei Musei di S. Domenico, sempre a Forlì, la vivace rassegna “Art Déco. Gli Anni Ruggenti in Italia”: splendida continuazione della mostra dedicata al Liberty, sempre ai Musei di S. Dome-nico, si pone un audace obiettivo, nel voler illustrare l’originalità e i fondamentali legami tra la pittura e la scultura (Severini, Depero, Cagnaccio di San Pietro e molti altri) e le cosiddette arti minori di Giò Ponti, Zecchin, Melandri ed altri: ne è perfetto emblema il ritratto di Wally Toscanini, nell’audace abito dalla braccia scoperte, che il padre Arturo definì: “l’unica opera impossibile da dirigere”.
Sistemazione presso il Grand Hotel Terme di Castrocaro (www.termedicastrocaro.it), in autentico Stile Déco e perfetta-mente conservato.
Al termina della giornata, proprio nel Padiglione delle Feste del nostro albergo, scopriamo la mostra Magiche Atmo-sfere Déco: impossibile non approfittare della indiscutibile bellezza di questo luogo per godere dei pouchoir, delle ce-ramiche, dei vetri e di molte altre, gustosissime, opere, quale raffinata ed ultima sede della mostra di Forlì.
Cena in albergo.


Domenica 4 - Modigliana/Ponte di Ronca/Cento/Milano
Al mattino, ci rechiamo a Modigliana, luogo di nascita del pittore Silvestro Lega, per visitare la Pinacoteca con alcuni suoi capolavori, per ricordare quali siano le prime mosse del primo gruppo di artisti ribelli che contribuirono al rinno-vamento artistico italiano. Si prosegue per Ponte di Ronca, dove la Fondazione Ca’ Ghironda ospita una pregevole raccolta di artisti moderni e contemporanei, con una interessante predilezione per la scultura italiana.
Dopo la pausa per il pranzo libero, a Pieve di Cento, il Museo MAGI900, un brillante museo privato che evidenzia la sfaccettata personalità del collezionista Giulio Bargellini che, in oltre quarant’anni di passione e dedizione, ha raccolto e donato un patrimonio di migliaia di opere di arte contemporanea.
Sulla via del ritorno verso Milano, un’ultima sosta al Giardino del Gigante, a Cento, un luogo magico che ci incanta con i suoi mosaici ed i suoi colori, grazie al lavoro di Marco Pellizzola, autore del progetto e coordinatore del cantiere, un grande laboratorio a cielo aperto dove tra il 2000 e il 2006 hanno lavorato in stage oltre duecento studenti d’arte di cinquanta diverse nazionalità, interessati ad imparare la tecnica del mosaico ceramico.
Rientro a Milano nel tardo pomeriggio.


Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 380
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 150)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 60

 


Modalità di pagamento:
- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Forlì - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano


La quota comprende:
Viaggio in pullman, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati, cena in albergo bevande incluse, visite e ingressi come da programma, assistenza culturale di Alessandra Montalbetti, mance, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”.


La quota non comprende:
Gli extra in genere, 2 pasti liberi e quanto non espressamente citato nel programma.

 


Assistenza Culturale
Alessandra MONTALBETTI
Dal 1982 nella sezione didattica della Soprintendenza ai Beni Artistici-Storici e demo-etno-an-tropologici di Milano, con la dott.ssa Bandera, ex Soprintendente; elaboro percorsi didattici con schede per ogni ordine di scuole e, specializzata in storia dell’arte contemporanea, partecipo con lezioni di arte contemporanea al corso di aggiornamento per gli insegnanti della scuola media inferiore, organizzato dalla Soprintendenza; dal 1983 al 1990 per la Direzione dei Musei civici elaboro i primi percorsi didattici dedicati alle scuole per il Museo di arte contemporanea; nel 2000 partecipo al gruppo di lavoro della Soprintendenza per la preparazione di percorsi interculturali per la scuola primaria e secondaria di primo grado (progetto "A Brera anch'io"); dal 2012 collaboro con il Guggenheim Museum.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact