Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 11/01/2017 14:13:00
Paola Rapelli
PERLE DEL LAGO LEMANO: GINEVRA E LOSANNA
Da sabato 29 a domenica 30 aprile 2017

Patrimoni artistici ed offerte culturali di alto livello.
Imperdibili mete di viaggio nel Grand Tour settecentesco, queste città sono tra le perle del turismo europeo grazie alla natura circostante, la posizione incantevole, la storia che parla dal tracciato delle vie e dalle pietre degli edifici.
L’Ottocento e il Novecento hanno impreziosito due siti già così ricchi nella autonoma stratificazione storica.
Ginevra, crocevia di idee e di dottrine, è la città di Calvino, di Rousseau, dell’internazionalismo, della tipografia e dell’editoria: quanti pensieri affiorano passeggiando per le vie della Vieille Ville!
Losanna ovvero bere un caffè al cospetto di Sua Maestà la catena delle Alpi. La sua anima culturale si mantiene vivace: qui l’arte è un modo di essere della città. Dagli avventurieri romantici agli intellettuali: chi non è andato a zonzo lungo le dolci sponde lacustri…


Sabato 29 - Milano/Ginevra
Alle ore 7,30 partenza da Milano via Paleocapa, ang. via Jacini, e viaggio in pullman alla volta di Ginevra, città dal carat­tere spiccato ma al tempo stesso, data la posizione, aperta al contatto con le nazioni confinanti.
Dopo una pausa per il pranzo libero, il pomeriggio è dedicato alla visita dell’imponente Cattedrale e del cuore della città.
La Cattedrale di Saint Pierre è costruita sul punto più elevato: un magnifico edificio, fondato nel 1150. Adiacente all’angolo sud-ovest è la Chapelle des Macchabées (1406), superbo esempio di architettura gotica, caratterizzata dai nu­merosi aspetti tecnici tra cui i trafori alle finestre. A un passo si lascia ammirare la celebre Piazza du Bourg-du-Four, così suggestiva per la sua visibile vetustà, dal momento si è strutturata sul foro romano. Dall’alto si domina il luogo, ani­mato dalle acque in cui serena sta l’isoletta che protegge le spoglie di J.J. Rousseau. Alla conclusione, il tempo può esse­re utilizzato singolarmente per completare programmi individuali (l’offerta museale è ricca), non esclusa la visita al Salone del Libro e della Stampa, oggi ancora considerato la più importante manifestazione del genere a livello internazionale.
Si raggiunge quindi il raffinato hotel Tiffany (www.tiffanyhotel.ch), nel cuore del quartiere artistico e ai piedi della città vecchia, situato all’interno di un immobile della fine del XIX secolo, caratterizzato da un classico stile art nouveau, rivisi­tato con modernità: cena libera.


Domenica 30 - Losanna/Montreux/Milano
Da Ginevra ci trasferiamo a Losanna, dove la mattinata è consacrata a due prestigiose mete.
La prima, presso la Fondation de l’Hermitage, è la mostra “Manet, Cézanne, Monet, Van Gogh… Chefs-oeuvre de la Collection Bürle”. Si tratta di una splendida selezione di più di cinquanta opere dell’Ottocento e del primo Novecento dalla collezione di Emil Georg Bürle, di ricchezza fuori dal comune. La seconda è la visita alla Collection de l’Art Brut, ospi­tata nel bel palazzetto settecentesco di Château de Beaulieu. Dire che in questo museo -considerato a ragione uno dei migliori in Europa- si respira un’atmosfera particolare è il minimo: la collezione, la cui nascita si deve all’iniziativa di Jean Dubuffet (1901-1985), presenta un panorama vastissimo di quell’arte non convenzionale, estranea all’ufficialità, l’arte di coloro che la società mantiene ai margini perché scomodi, dei malati di mente, dei criminali, sotto il profilo estetico crea­tori dallo spirito libero, produttori e non riproduttori. Una collezione unica al mondo, emozionante, per certi versi sconvol­gente.
A seguire, pranzo libero nella bella località lacustre di Montreux. A breve distanza è occasione della nostra ultima visita il Castello di Chillon, uno dei più noti in Europa nonché il monumento più visitato in Svizzera. Dal secolo XI il castello af­fascina sia per i caratteri architettonici -marcata è la caratterizzazione quale fortezza- che per l’atmosfera che vi si re­spira: basta ricordare i nomi della famiglia Savoia, di Lord Byron, di Rousseau.
Alla conclusione il pullman ci riporta a Milano, dove si rientra nel tardo pomeriggio.



Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 410
(cambio applicato 1 euro = 1,09 franchi svizzeri)
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 150)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 90


Modalità di pagamento:
Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Losanna - “Cognome partecipante”)
Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano

La quota comprende:

Viaggio in pullman, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati con trattamento di pernottamento e prima colazione, visite e ingres­si come da programma, assistenza culturale di Paola Rapelli, polizza di assistenza “medico-baga­glio-annullamento”, mance.

La quota non comprende:
Gli extra in genere, 3 pasti liberi, le bevande, i facchinaggi e quanto non espressamente citato nel programma.


Assistenza Culturale
Paola RAPELLI

Un dovere e un piacere, per me, occuparmi di Storia dell’Arte e dell’Architettura. Un dovere civico verso il nostro magnifico patrimonio nazionale, e un dovere etico verso i miei maestri; un piacere personale nell’osservare, nell’approfondire, nel promuovere, sul doppio versante lavorativo della libera professione e della pubblicistica/divulgazione, nonché dell’insegnamento part-time della Disciplina alla scuola superiore (con esperienza attiva nella didattica), entrambi da fine anni Ottanta.
Un grande amore: Milano, la mia città per anagrafe e per scelta.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact