Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 19/12/2011 12:14:00
Amici di Brera
Il palazzo di Brera

 

 

L’edificio sorge sul luogo dell'originario convento degli Umiliati (sec. XIV), che passò nel 1572 ai Gesuiti per volere del cardinale Carlo Borromeo. Furono i religiosi di questo Ordine, dopo avere insediato il loro collegio, ad affidare a Martino Bassi l’incarico di ampliarlo. In seguito venne affidato a Francesco Maria Ricchino il progetto di una radicale ristrutturazione, che doveva portare alla realizzazione di un nuovo grandioso palazzo (dal 1627; la nuova fabbrica fu iniziata nel 1651 e proseguita, dopo la morte del Ricchino, dal figlio Gian Domenico e dagli architetti Girolamo Quadrio e Pietro Giorgio Rossone).

 

Soppressa nel 1772 la Compagnia di Gesù, la nuova destinazione statale e laica del palazzo, voluta dall'imperatrice Maria Teresa d'Austria, mantenne e potenziò parte delle istituzioni di fondazione gesuitica - come l’Osservatorio astronomico e le scuole, fatte confluire delle Scuole palatine - e altre ne istituì: la Biblioteca Braidense, l’Orto botanico e l’Accademia di Belle Arti. Il completamento dell’edificio in vista delle sue molteplici funzioni fu affidato a Giuseppe Piermarini (dal 1774), che aggiunse anche il solenne portale d’ingresso. Fu poi Napoleone Bonaparte a fondare l'Istituto Lombardo Accademia di Scienza e Lettere e la Pinacoteca.

Pubblicitá
Smeg
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact